Italiani e programmi TV, un rapporto sempre più social

Che gli italiani fossero dei social addicted non è certo una novità: oggi scopriamo che lo sono anche per quanto riguarda la programmazione televisiva. I nostri connazionali, infatti, sono sempre più attivi sui social – e su Facebook in particolare – per quanto riguarda i commenti sui loro programmi televisivi, preferiti o detestati che siano. Insomma, fioccano post e commenti sulle trasmissioni tv, con un dispendio di recensioni, chiacchiere, gossip e considerazioni.

In base a una recente indagine condotta da una delle principali società di ricerche di mercato, risulta che nel primo semestre 2017 gli utenti unici in Italia che hanno commentato alleno una volta al mese su Facebook e Twitter i programmi televisivi trasmessi sono stati circa 5,4 milioni. Numeri di tutto rispetto, se si considera che l’analisi ha preso in esame le trasmissioni di 34 emittenti digitali terrestri e satellitari, commentate attraverso contenuti originali – post e tweet –  e attività di engagement come risposte, condivisioni, like, retweet.

Lo sport merita il podio

Sempre nel periodo considerato, il primo semestre dell’anno, la ricerca evidenzia che le interazioni complessive generate sulle due piattaforme social sono state 124 milioni, il 40% delle quali ha riguardato i programmi sportivi. Il mese che ha visto il “boom” di utenti unici è stato febbraio, con 7,4 milioni di persone.

Facebook o Twitter?

I dati semestrali della Social Content RatingsTM, l’indagine condotta sulla Social Tv, mettono in luce alcune importanti differenze in relazione all’utilizzo di un social piuttosto che un altro. Per quanto riguarda il totale degli utenti unici, Facebook ha conquistato il 94% degli autori mentre Twitter il 6%; sul fronte delle interazioni, Facebook ne ha generate l’84% e Twitter il 16%.

Quali i programmi più commentati?

Considerando i 124 milioni di interazioni complessive, lo sport vince su tutto totalizzandone il 40%: è senza ombra di dubbio il genere televisivo più commentato sui social media. A seguire, a breve distanza, l’intrattenimento, con il 34%, e a distanza arrivano il genere talent e reality con il 13%, talk show e approfondimento politico 6%, serie TV e fiction 3%. Ci sono differenze anche per quanto concerne la scelta di un social piuttosto che l’altro per la tipologia di programmi commentati: su Facebook lo sport convoglia il 47% delle interazioni, i Twitter riguardano l’intrattenimento per il 32%.

Più uomini che donne, ma di poco

Per quanto riguarda la tipologia di utente, le interazioni vedono più attivi gli uomini, seppure di pochissimo: 51% contro il 49%. A livello di età, i più social sono generalmente i giovani tra i 25 e 34 anni.

Ecobonus 2017, come è andato finora e cosa ci attende nel futuro

 

L’Enea – agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile – ha reso noti i risultati del rapporto sull’Ecobonus, che raccoglie i numeri relativi alla detrazione fiscale che può richiedre chi compie interventi di risparmio energetico su un immobile. Molti i dati su cui riflettere, che fanno percepire l’importanza di questa misura anche per gli anni a venire. Spulciando il rapporto sull’Ecobonus, emergono numeri che riassumono gli ultimi vent’anni di incentivi, che hanno consentito alle famiglie italiane di realizzare oltre 14 milioni di interventi, con investimenti pari a 237 miliardi di euro. Il 55% delle famiglie italiane, nell’arco degli ultimi vent’anni, ha dunque utilizzato incentivi ‘ecologici’, soprattutto la detrazione fiscale del 65% per l’efficientamento energetico e quella sulle ristrutturazioni edili.

Andando a tempi più recenti e a interventi più specifici, il rapporto Enea sull’Ecobonus ha messo in luce come, nel biennio 2014-2016, la quota principale di detrazioni (pari a oltre 4 miliardi di euro) sia stata utilizzata per sostituire i serramenti, mentre la seconda voce in classifica è risultata essere la coibentazione di pareti. Stringendo ancora il campo visivo  dei dati al solo 2016, le richieste per l’Ecobonus sono state circa 360 mila, per investimenti complessivi che hanno superato i 3 miliardi di euro. Insomma, che si tratti di privati o di famiglie, l’Ecobonus agli italiani piace, tanto che il Governo italiano ha inserito nella recente legge di bilancio fondi per prorogare queste misure. Le detrazioni fiscali del 65% per l’efficientamento energetico, che riguardano condomini e alberghi, sono state prorogate addirittura fino al 2021. Una misura indirizzata a un’ampia platea di cittadini, che in caso di interventi nell’area “fabbisogno energetico e riscaldamento” posso detrarre fino a 100 mila euro di spesa.

Naturalmente la detrazione della spesa è spalmata nell’arco di dieci anni, dunque nell’annuale dichiarazione dei redditi è possibile richiedere la detrazione di una cifra pari a un decimo della spesa affrontata. L’agevolazione si ottiene solo se l’intera somma investita per i lavori di risparmio energetico è stata versata tramite bonifico. Necessario anche un documento di certificazioni dei lavori che il tecnico energetico o il direttore di cantiere deve rilasciare. Bisogna poi ottenere – dagli enti locali o da un professionista preposto – la certificazione energetica dell’immobile. Particolari incentivi sono stati poi inseriti nel pacchetto di misure note come “Sismabonus”, mentre non si conosce il futuro della detrazione per le ristrutturazioni edili, che ammonta al 50% della spesa (fino a 96mila euro) ed è in scadenza il 31 dicembre 2017.

 

Posa vetrine negozi | R&T

Mettere in posa una vetrina per negozi è un’operazione complessa che nasconde più di una insidia: la delicatezza e la fragilità del vetro infatti, richiedono assoluta competenza e manualità in tutte le operazioni, da quelle di trasporto a quelle di collocazione. Commettere un errore dovuto ad una imprudenza o distrazione infatti, potrebbe anche comportare il danneggiamento della vetrina con spiacevoli conseguenze sia a livello economico che pratico. Non sono comunque sufficienti esperienza e attenzione se non si dispone degli strumenti più adeguati a portare a termine tale lavoro, per questo è bene accertarsi di affidare il lavoro ad una azienda che disponga di risorse e strumenti che consentano di svolgere l’intera operazione in maniera efficace e sicura.

R&T è una azienda della provincia di Milano specializzata nella posa di vetrine per negozi, di qualsiasi dimensione o formato esse siano. Grazie all’esperienza accumulata nel tempo, oggi sono tantissime le realtà commerciali e società italiane che fanno riferimento a questa importante azienda di Cambiago ogni qualvolta si presenti la necessità di installare una nuova vetrina. Si tratta dunqe di un tipo di intervento piuttosto delicato, e per questo è bene affidarsi a chi conosce bene il settore e le insidie che questo può nascondere, garantendo interventi sempre rapidi e di grande precisione. R&T dispone inoltre di tutta una serie di mezzi e strumenti che consentono di portare a termine qualsiasi installazione in maniera assolutamente sicura e rapida: tra questi vi è una imponente autogru con ventosa che consente di mettere in posa vetrine fino a 500kg, più due piattaforme aeree che possono raggiungere i 9 metri d’altezza. Grazie anche a questi imponenti mezzi sarà possibile andare ad effettuare la messa in opera di qualsiasi tipologia di vetrina in tutta sicurezza ed in maniera rapida, rispettando sempre i tempi concordati.

L’RSPP Esterno di Area 81

Oggi più che mai conosciamo quali danni per la salute dei lavoratori può comportare il lavorare in condizioni di rischio o comunque non ottimali. È una situazione che riguarda tutte quelle realtà in cui i dipendenti sono chiamati a svolgere mansioni che possono, a breve o lungo termine, incidere in maniera negativa sulla salute. Per evitare dunque che possano verificarsi infortuni o insorgere patologie legate all’attività lavorativa svolta, la normativa relativa alla sicurezza sul lavoro prevede che ogni azienda si avvalga dei servizi di un responsabile servizio prevenzione e protezione (RSPP), che possa farsi carico di verificare (all’interno dei locali nei quali viene svolta l’attività lavorativa) quali siano tutti quei fattori di rischio attualmente presenti ed in grado di minare la sicurezza e la salute dei dipendenti. Individuate queste problematiche, l’RSPP andrà in seguito ad elaborare quei correttivi e quelle soluzioni in grado di porre rimedio ed evitare di esporre i lavoratori a qualsiasi tipologia di rischio.

Tra i compiti del responsabile servizio prevenzione e protezione vi è anche quello di mettere a punto tutte le  procedure di sicurezza idonee a tutelare i lavoratori, durante qualsiasi attività essi andranno ad affrontare nel corso della giornata. Può essere il datore di lavoro stesso ad assumere questo incarico, a patto di seguire uno specifico percorso formativo e frequentare determinati corsi di aggiornamento nel corso dell’anno. È comunque un incarico importante e che rischia di sottrarre prezioso lavoro al proprio business, per questo motivo le aziende preferiscono affidare il compito ad un RSPP esterno. Area 81 è una azienda che si occupa da sempre di ogni aspetto legato alla sicurezza sul lavoro ed offre un servizio di RSPP esterno ideale per quelle aziende che desiderano affidare questo delicato aspetto ad un professionista che conosce bene ogni aspetto della normativa, ed inizierà sin da subito ad apportare il suo contributo per far si che i lavoratori possano lavorare nelle migliori condizioni senza mettere a rischio la propria incolumità.

Litoseritarga | Stampa su forex

Il Forex è un prodotto plastico con una struttura in PVC, e viene utilizzato per realizzare elementi grafici di vario tipo a stampa diretta. Classico esempio sono i cartelli di notevoli dimensioni, le insegne, allestimenti e scenografia televisiva. Il PVC è particolarmente adatto a questo tipo di impiego in quanto leggero e flessibile, ma soprattutto garantisce un’ottima qualità di stampa ad un prezzo conveniente, trattandosi di un prodotto non costoso. Solitamente si lavora su materiale di colore bianco, ottimo per la stampa digitale, con spessore del supporto che va dal millimetro in su, consentendo così di realizzare stampe forex di diversi formati e dimensioni. Economico e dalla grande resa dunque, ma soprattutto facile da lavorare: le stampe su forex sono infatti semplici da tagliare, facili da installare e dotate al tempo stesso di una buona resistenza meccanica. Il prodotto finale sarà completamente ignifugo e, grazie alla laminazione UV, avrà anche una grande resistenza agli agenti esterni. Una soluzione da tenere fortemente in considerazione dunque, per tutti coloro che sono alla ricerca di un prodotto dai prezzi ragionevoli che possa durare nel tempo senza usurarsi. Per una stampa su forex di qualità e che soddisfi in pieno le tue necessità, Litoseritarga è la preziosa risorsa che ti aiuterà dalla fase di progetto a quella di stampa, per dare vita al prodotto di cui avevi bisogno esattamente come lo avevi immaginato. Un partner di sicuro affidamento per le tue campagne pubblicitarie o allestimenti di qualsiasi tipo, anche di grandi dimensioni. Una azienda che pone la precisione e la cura dei dettagli al centro del processo produttivo, con grande soddisfazione dei propri clienti. Puoi contattare Litoseritarga all’indirizzo mail info@litoseritarga.it o al recapito telefonico 0238203433 . La sede si trova in Via dei Giovi 26, 20021 Baranzate (MI).

Giochi Gonfiabili Bll Park

Bll Park produce e commercializza da oltre 20 anni playground da interno o esterno, giochi gonfiabili, giochi acquatici, trampolini elastici, play area per bimbi fino a 3 anni e tantissime altre attrezzature ludiche di pregevole fattura e qualità. Durante tutto il processo produttivo anche i più piccoli particolari vengono curati con particolare meticolosità e attenzione, per far si che i piccoli possano godere degli spazi e delle attrezzature loro dedicate in totale sicurezza.

Se hai uno spazio in giardino o in casa e stai pensando di far realizzare un’area giochi per i tuoi figli, se sei proprietario di uno spazio commerciale e intendi predisporre una play area per il divertimento dei più piccoli, se gestisci una scuola materna e vuoi rinnovare le attrezzature da gioco per i bambini, Bill Park è la soluzione che ti garantisce massima sicurezza, grande qualità dei materiali e convenienza. Potrai comodamente inviarci la piantina dell’area nella quale intendi sistemare le attrezzature per il gioco, penseremo noi a studiare il progetto e l’idea più adatta a soddisfare le tue necessità. Individuata l’idea giusta effettueremo un sopralluogo per meglio comprendere spazi e particolarità del luogo, subito dopo inizierà la fase produttiva e la play area che avevi pensato prenderà magicamente forma. I nostri tecnici si occuperanno della messa in opera di tutte le attrezzature, per consentire da subito ai piccoli di usufruire del loro nuovo e bellissimo spazio per i giochi.

All’interno del sito è possibile visionare in anteprima alcune tra le soluzioni proposte da Bll Park: dai bellissimi percorsi e saltarini gonfiabili ai giochi acquatici quali scivoli e acquafun, dai giochi e casette da giardino alle scenografie 3D per un divertimento assicurato. Puoi inviare la tua richiesta all’indirizzo mail info@bllpark.com o contattare il recapito telefonico +390392497489. Gli uffici si trovano in Via Friuli, 2/B 20853 Biassono (MB).

L’importanza di un buon posizionamento

Inauguriamo il nuovo blog www.gsearchblog.com anticipando quelli che saranno i temi che tratteremo in futuro: Internet, siti web e motori di ricerca (Google in primis). Come tutti ormai sanno, posizionare un sito nella prima pagina di Google, appunto, non è mai cosa facile: ci sono i competitor diretti, ci sono articoli scritti da improvvisati blogger, ci sono risorse autorevoli o, ancora, grossi negozi e-commerce che, tra gli innumerevoli prodotti trattati, includono anche quello che interessa a te…

Tuttavia, ci sono due tipologie di attività che ci vengono in soccorso: la SEO ed il SEM. Cominciamo con il dire che entrambi comportano degli investimenti, sia in termini economici che di tempo, ed entrambi hanno i loro rischi. Tuttavia, oggi anno 2016, sviluppare un sito web, per quanto bello e coinvolgente, ha poco senso se poi non viene trovato. Sarebbe come avere una bellissima boutique in una strada senza pedoni, o parlare con il megafono ad una stanza vuota. Ecco allora che la SEO (Search Engine Optimization) è la “scienza” che riguarda tutte le tecniche, lecite e non, ritenute valide per andare “incontro” ai parametri dettati dal motore di ricerca, e soddisfare dunque i requisiti imposti dai suoi algoritmi, sempre più sofisticati e complessi. C’è che, ancora oggi, ritiene che sia sufficiente pubblicare contenuti di qualità per essere “premiati” dal motore: balle. Aiutano certo, anzi sono fondamentali, ma credetemi… senza una buona azione SEO alle spalle, non andrete lontano. La SEO ha vantaggi (costi una tantum, posizionamento organico che ha maggior valenza di quello sponsorizzato, risultati durevoli nel tempo) e svantaggi (tempistiche, nessuna garanzia di risultato) da ponderare attentamente.

Quando invece parliamo dei primi (quattro, attualmente) risultati della pagina, con la scritta “Ann.” ben in evidenza, allora parliamo di posizionamento sponsorizzato, che nel mondo Google prende anche il nome dei AdWords. Il SEM (Search Engine Marketing) è quindi la “scienza” che riguarda la creazione, gestione ed ottimizzazione delle campagne di sponsorizzazione, ed ha anch’esso molti aspetti tecnici quasi sconosciuti ai più: come performare meglio a parità di costo, come aumentare il CTR (% di utenti che cliccano sull’annuncio dopo averlo visionato) e come ottimizzare la pagina di atterraggio sono solo alcuni tra questi. Vantaggi del SEM? Risultati certi in brevissimo tempo. Svantaggi? Ahime molti… costi, impegno fisso nel tempo, minor impatto sul visitatore rispetto al posizionamento organico.

Quale scegliere? Difficile dirlo, non c’è una regola, spesso l’abbinamento delle due azioni può dare ottimi risultati, ma le discriminanti sono sempre la tipologia di prodotti e il target al quale mi rivolgo. Nei prossimi articoli entreremo più nello specifico.

Proudly powered by WordPress
Theme: Esquire by Matthew Buchanan.